7 Trucchi per recuperare i dati da CD graffiati

I CD e i DVD sono degli spazi di archiviazione abbastanza resistenti. Tuttavia, con il tempo hanno iniziato a perdere importanza rispetto alle chiavi USB, ai dischi esterni e a tutti gli spazi di archiviazione USB. Ciononostante, i CD giocano tuttora un ruolo fondamentale in molte circostanze, come nel montaggio di specifici film e musica.

In ogni caso, si sa che usati in modo costante, i CD/DVD tendono a graffiarsi e i graffi aumentano a ogni utilizzo. Pertanto, dopo un po’ i CD/DVD diventano illeggibili. E un CD graffiato è una cattiva notizia: i dati sono ormai persi!

Se da una parte sono disponibili per l’acquisto molti software di recupero dati, non è sempre necessario spendere dei soldi. Ci sono molte alternative per riparare un CD graffiato e recuperarne i dati.

Questo articolo elenca sette super trucchi per aggiustare CD/DVD graffiati/danneggiati per aiutarti a recuperare i dati.

Nota bene: Prima di usare uno qualsiasi dei metodi elencati qui sotto, leggi sempre con attenzione le precauzioni e le avvertenze.

Trucco 1: Metodo del nastro per mascheratura

Prima di procedure dovresti sapere che i buchi nello strato di alluminio di un CD NON sono riparabili, nemmeno dai professionisti. L’unica cosa che si può fare è saltare quei punti per poter giungere ai dati rimanenti che, invece, possono essere recuperati e salvati altrove.

  • Tieni il disco con il lato lucido verso l’alto sotto una luce.
  • Verifica la presenza di buchi visibili sul lato lucido.
  • Capovolgi il disco e segna le aree in cui sono presenti i buchi con un pennarello indelebile.
  • Prendi due piccole strisce di nastro per mascheratura, sovrapponile e attaccale sull’area che hai segnato.

Nota bene: il CD potrebbe fare degli strani rumori quando lo avvii, ma dovresti riuscire ad accedere ad almeno il 70% dei dati.

Trucco 2: Metodo della cera

  • Applica uno strato sottilissimo di burro cacao / Vasellina / cera liquida per auto / cera per mobili / lucido da scarpe neutro sulla superficie lucida del CD.
  • Se hai usato una cera, lasciala asciugare (come specificato dal produttore).
  • Rimuovi gli eccessi usando un panno pulito, morbido e senza pelucchi, seguendo un movimento radiale (dall’interno all’esterno).
  • Prova il disco. Se si avvia, esegui subito il backup dei dati perché si tratta soltanto di una soluzione temporanea.

Trucco 3: Pulisci il disco

Un disco può sembrare graffiato anche se non lo è, a causa di polvere, olio o altri contaminanti depositati sulla superficie. Questi potrebbero impedirne l’avviamento e darti quindi l’idea che sia consumato. Pertanto, cerca semplicemente di pulire il disco in modo corretto.

  • Lava il disco con acqua tiepida per rimuovere la polvere.
  • Se vedi della polvere accumulata sulla superficie, strofinala delicatamente con un dito mentre lo pulisci.
  • Per pulirlo con più efficacia, usa un detergente delicato o del sapone liquido diluito con acqua. Puoi usare anche l’alcool per pulire il disco, ma aiutandoti con un cotton fioc.
  • Mentre lo pulisci, strofina il CD seguendo un movimento radiale (partendo dal centro verso il bordo esterno).
  • Per asciugarlo, evita di usare un panno o un asciugamano. Scuoti il CD per rimuovere l’eccesso di acqua e lascialo asciugare all’aria. Non esporlo al sole.
  • Prova il disco. Se non funziona ancora, prova con un altro lettore CD; potrebbe gestire meglio il CD graffiato.
  • Se riesci a farlo funzionare, esegui subito il backup dei dati.

Trucco 4: Metodo della lampadina

Questo metodo potrebbe non funzionare sempre, ma è meglio tentare, anche perché è molto semplice.

  • Accendi una lampadina a incandescenza e a filamento da 60 watt.
  • Infila il CD nel dito indice e tieni il lato lucido a una distanza di 10 cm dalla lampadina.
  • Tienilo in quella posizione per non più di 20 secondi, ruotandolo lentamente sul dito. NON tenerlo esposto alla lampadina per più di 20 secondi, perché potrebbe sciogliersi per il calore.
  • Inserisci il disco nel lettore CD quando è ancora caldo.
  • Se funziona, salva tutti i dati sul computer.

Trucco 5: Metodo della levigatura

Avvertenze: si scelga questo metodo come ultima spiaggia, perché potrebbe danneggiare ulteriormente il disco. Leggi con attenzione le istruzioni prima di procedere.

La logica che sta dietro a questo metodo è che la levigatura di un CD graffiato rimuove parte del rivestimento esterno in plastica, riducendone la graffiatura. Per levigare i CD si usa più frequentemente un dentifricio a base di bicarbonato di sodio.

  • Applica una quantità ridotta di dentifricio (pasta e non gel) su un panno pulito, morbido e senza pelucchi.
  • Strofina delicatamente il palmo sui graffi seguendo un movimento radiale (partendo dal centro fino al bordo esterno).
  • Ripeti questo procedimento 10-12 volte per qualche minuto e applicando altro dentifricio se necessario. Non esercitare troppa pressione.
  • Lava il CD con acqua calda per rimuovere il dentifricio e lascialo asciugare all’aria.
  • Prova il disco. Se funziona, copia subito il suo contenuto.

Trucco 6: Usa un software di recupero dati

Diversi programmi automatizzati permettono di eseguire il recupero di dati da supporti ottici come CD/DVD/Blue Ray, ecc. Un software molto efficace è Stellar Data Recovery Professional. Questo programma, mediante algoritmi avanzati, cercherà di leggere i settori danneggiati del disco a una velocità molto ridotta e ripetendo più volte l’operazione.

Trucco 7: Rifinitura professionale

Se non riesci ancora ad avviare il CD, portalo in un negozio di musica o di noleggio DVD e chiedi una rifinitura professionale. Considera quest’opzione solo dopo aver provato di pulire il disco, affinché non venga danneggiato ulteriormente.

Conclusione

Quindi, la prossima volta che cerchi di riprodurre un vecchio CD/DVD e non funziona, prova uno dei nostri consigli per aggiustare un CD/DVD e recuperarne i dati. Se dovessi conoscere altri metodi, saremmo molto felici di sentire le tue raccomandazioni.